Approvato mio emendamento a favore dei Vigili del Fuoco

Approvato mio emendamento a favore dei Vigili del Fuoco

Nella concitazione delle votazioni degli emendamenti in commissione, sono riuscito a far valere il ruolo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che, con grande impegno ma con enormi difficoltà finanziarie, svolge il suo importante compito a tutela degli italiani.

Con questo emendamento approvato rientreranno anche loro nella possibilità di utilizzare i carburanti sottoposti a sequestro penale.

Testo del decreto-legge 18 febbraio 2015, n. 7 (in Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 41 del 19 febbraio 2015), coordinato con la legge di conversione 17 aprile 2015, n. 43 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale – alla pag. 1 ), recante: «Misure urgenti per il contrasto del terrorismo, anche di matrice internazionale, nonche’ proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle Organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione.

1. Al fine di potenziare l'attivita' di  controllo  del  territorio
per contrastare il terrorismo, anche internazionale, e di  accrescere
la sicurezza pubblica ed economico-finanziaria a tutela del  bilancio
pubblico,  l'autorita'  giudiziaria   puo'   affidare   in   custodia
giudiziale alle Forze di polizia e al Corpo nazionale dei vigili  del
fuoco, ove  ne  facciano  richiesta,  per  l'impiego  nelle  relative
attivita', i prodotti energetici  idonei  alla  carburazione  e  alla
lubrificazione, sottoposti a sequestro penale  per  violazione  degli
articoli 40 e 49  del  testo  unico  delle  disposizioni  legislative
concernenti le imposte sulla produzione  e  sui  consumi  e  relative
sanzioni penali e amministrative, di cui al  decreto  legislativo  26
ottobre 1995,  n.  504,  e  successive  modificazioni.  Nel  caso  di
dissequestro dei  prodotti,  all'avente  diritto  e'  corrisposto  un
indennizzo calcolato sulla  base  del  valore  medio  del  prezzo  al
consumo,  riferito  al   momento   del   sequestro,   come   rilevato
periodicamente dal Ministero  dello  sviluppo  economico  ovvero,  in
mancanza, da pubblicazioni specializzate di settore.

Info sull'autore

gianluca.rizzo administrator