Militare punito per aver diffuso le immagini del giocattolo di Renzi! Vergognoso

Militare punito per aver diffuso le immagini del giocattolo di Renzi! Vergognoso

Sulla punizione inflitta ai due militari di Brindisi Matteo Renzi non ha speso una parola. Un silenzio ingiustificabile.

La Difesa però ha confermato i nostri timori ed ora vogliamo capire chi è stato a dare l’ordine di punire, in modo pressappoco sommario, i due sottufficiali.

Renzi esca dal guscio e venga a riferire in Aula su un caso che, oltre a imbarazzare la sua Presidenza, sembra riportare l’Italia al Ventennio.

Vogliamo che Renzi ci spieghi il motivo per cui è lecito diffondere immagini e video del suo nuovo giocattolo da 170 milioni ed è invece un reato, tanto da provvedere a cella di rigore per i presunti colpevoli, non vigilare in modo adeguato sulla diffusione di immagini che ritraggono l’elicottero di Stato.

Forse perché il 2 marzo scorso l’episodio infranse, facendo piena luce e trasparenza, l’integrità morale e politica del premier?

E’ inaccettabile che in casi di assoluta gravità come i militari ammalati per l’uranio impoverito nessuno abbia mai mosso un dito e quando si tratta di difendere un’autorità del governo la Difesa, al contrario, si mostri reattiva e apra un’indagine interna nel giro di una giornata, peraltro con presupposti assai discutibili.L'immagine può contenere: una o più persone, spazio all'aperto e natura

Info sull'autore

gianluca.rizzo administrator